Amministrazione

Ufficio affari interni e internazionali

  • L'Ufficio per gli affari interni e internazionali:

    - mantiene i contatti istituzionali con i competenti organi del Consiglio d'Europa e dell'Unione Europea, in materia civile, penale e dei diritti dell'uomo
    - cura la partecipazione attiva alla Rete dei Procuratori generali delle Corti supreme dei Paesi dell'Unione Europea;
    - elabora contributi originali della Procura generale in occasione degli incontri, in ambito europeo, dei Capi delle Corti supreme e dei vertici del pubblico ministero; assiste il Procuratore generale nei suoi contatti a livello internazionale e rappresentarlo nelle sedi da lui indicate;
    - indica, a richiesta del Ministero della Giustizia, in vista della partecipazione di magistrati italiani a fori internazionali e sovranazionali, le professionalità disponibili nell'ambito della Procura generale ovvero della Direzione nazionale antimafia o di altri uffici;
    - cura l'esame sistematico delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo e lo studio delle problematiche poste dalla loro esecuzione nell'ipotesi in cui sia richiesta Ia riapertura dei procedimenti, nonché lo sviluppo di ogni profilo di competenza della Procura generale;
    - predispone, a richiesta dell'Agente del Governo, memorie in ordine a ricorsi pendenti dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo e concernenti procedimenti svoltisi dinanzi alla Corte di cassazione o giudizi altrimenti rilevanti;
    - cura l'esame sistematico delle sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee;
    - analizza le relazioni trasmesse dai procuratori generali presso le Corti d'appello ai sensi dell'art.6 del decreto legislativo n. 106/06, al fine di verificare il corretto ed uniforme esercizio dell'azione penale ed il rispetto delle norme sul giusto processo, nonché il puntuale esercizio da parte dei procuratori della Repubblica dei poteri di direzione, controllo e organizzazione degli uffici ai quali sono preposti;
    - cura un'adeguata diffusione delle informazioni utili al perseguimento dei fini predetti;
    - cura, in base ad un'adeguata ricognizione, la selezione dei casi rilevanti ai fini dell'esercizio della facoltà prevista dall'art. 363 c.p.c.;
    - assiste il Procuratore generale nella elaborazione del suo intervento in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario presso la Corte di cassazione.

Responsabili

Paolo Procaccio - Ufficio affari interni
Funzionario contabile

Lucrezia Brandimarte - Ufficio affari internazionali
Funzionario contabile