I Procuratori generali dal 1876

Sono qui raccolti i nomi e cognomi delle persone che hanno svolto il ruolo di Procuratore Generale, indicando a destra il periodo di permanenza, dal 1876 in poi.

Ordina per:

    De Falco Giovanni Raffaele Francesco

    Nato a Bracigliano (Salerno) il 25 febbraio del 1886, diviene magistrato ed inizia la sua carriera presso la Gran Corte criminale di Salerno nel 1848.  Percorre tutti i gradi della magistratura fino a divenire Avvocato generale presso la Corte di cassazione di Napoli e poi Procuratore generale presso la Corte di cassazione di Roma dal 13 gennaio 1876 al 25 febbraio 1886
    Eletto senatore nel 1865, regge il Ministero di grazia, giustizia e culti tra il 1865 e il 1866 e, nuovamente, tra il 1871 ed il 1873.
    Autore di numerose monografie, nel 1871 è membro delle Commissioni per l’esame di numerosi disegni di legge inerenti l’ordinamento giudiziario e di quella relativa allo “Stabilimento della Corte di cassazione nella sede del Governo”.

    Auriti Francesco

    Nato a Guardiagrele (Chieti) il 24 febbraio 1822, inizia la sua carriera da magistrato come Procuratore presso il Tribunale de L’Aquila nel 1862.
    Presso la Corte di cassazione di Roma svolge dapprima la funzione di Presidente di sezione e, successivamente, quella di Procuratore generale presso la stessa Corte nel periodo compreso tra l’11 marzo 1886 ed il 3 aprile 1896.
    Nel 1875 è eletto deputato per la XII legislatura e nel 1883 diventa senatore. Tra il 1887 ed il 1896 svolge le funzioni di Commissario di vigilanza all’amministrazione del fondo per il culto.
    È autore di monografie.

    Pascale Emilio

    Nato a Bari il 27 febbraio del 1830, inizia la sua carriera in magistratura nel 1860 presso la Gran Corte criminale di Santa Maria Capua Vetere. Già Avvocato generale presso la Corte di cassazione di Roma, è Procuratore generale presso la stessa per il periodo compreso tra il 9 ottobre del 1896 ed il 16 marzo 1904, data del suo decesso.
    Nel 1864 diventa Capo di Gabinetto al Ministero di grazia, giustizia e culti; nel 1890 è eletto senatore. Diviene membro della Commissione per l’esame del Codice penale militare nel 1892; tra il 1901 ed il 1902 membro ordinario della Commissione d’accusa dell’Alta Corte di giustizia.

    Quarta Oronzo

    Nato a Copertino (Lecce) il 14 gennaio 1840, inizia la sua carriera nel 1865 come giudice mandamentale di Loreto Aprutino e lungo tutta la stessa svolge funzioni di magistratura inquirente.
    Già Avvocato generale della Corte di cassazione di Roma e Presidente del Consiglio superiore della magistratura, è Procuratore generale della stessa Corte dal 24 marzo del 1904 fino all’aprile del 1911, quando è nominato Primo presidente, ruolo coperto fino al 4 maggio del 1915, quando è a riposo per raggiungimento del limite di età.
    Il 4 marzo del 1904 è eletto senatore.
    È autore di numerose monografie.

    Mortara Lodovico

    Nato a Mantova il 16 aprile del 1855, intraprende la carriera universitaria come professore di procedura civile all’Università di Pisa e, successivamente, di Napoli.
    Entrato in magistratura, diviene nel 1902 Consigliere della Corte di cassazione di Roma e svolge poi funzioni direttive presso le Corti d’appello di Cagliari ed Ancona.  Dal 15 aprile 1911 al 14 ottobre 1915 è Procuratore generale presso la Corte di cassazione di Roma e a partire dal 1915 e fino al collocamento a riposo nel 1923 svolge le funzioni di Primo presidente della stessa Corte.
    Nel 1907 è Capo di Gabinetto del Ministro di grazia e giustizia e nel 1919 è nominato Ministro di Stato.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    De Blasio Alfonso

    Nato l’1 agosto del 1849 a Caserta, inizia la sua carriera in magistratura come sostituto Procuratore presso il Tribunale di Palermo nel 1869.
    Svolge quasi esclusivamente a funzioni di magistratura inquirente e dal 15 ottobre 1915 al 29 gennaio 1922 è Procuratore generale presso la Corte di cassazione di Roma.
    Il 3 giugno 1911 è eletto senatore.
    È autore opere di diritto.

    De Notaristefani Raffaele

    Nato a Napoli il 20 ottobre del 1861 e da sempre impegnato nella difesa delle prerogative e dell'indipendenza della magistratura, nel 1919 è eletto nel Consiglio centrale della Associazione dei magistrati ed in seguito Presidente della stessa.
    Svolge le funzioni di Procuratore generale presso la Corte di cassazione dal 3 marzo 1922 al 15 ottobre 1923, quando è costretto a dimettersi, dietro esplicito invito di Mussolini, per contrasti con il regime fascista; prosegue allora la sua carriera come avvocato civilista.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Appiani Giovanni

    Nato a Torino il 28 agosto 1865, svolge le funzioni di Procuratore generale presso la Corte di cassazione del Regno dal 31 dicembre 1923 all’1 maggio 1929.
    Il 20 maggio 1928 è nominato senatore e, tra il 1939 ed il 1943, membro della Commissione dell'economia corporativa e dell'autarchia.
    È autore di numerose monografie.

    Santoro Giovanni

    Nato a Tricarico (Matera) il 19 novembre 1859, diventa Avvocato generale presso la Corte di cassazione il 23 gennaio del 1913 e dal 2 maggio del 1929 al 14 novembre dello stesso anno ricopre le funzioni di Procuratore generale della stessa Corte.
    Il 22 dicembre del 1928 è nominato senatore.
    È membro della Commissione per l'Alta Corte di Giustizia tra il 1929 ed il 1941 nonché della Commissione dell'economia corporativa e dell'autarchia tra il 1939 ed il 1941.
    È autore di numerose monografie.

    Longhi Silvio

    Nato a Vestone (Brescia) il 20 aprile 1865, libero docente di diritto e procedura penale all’Università di Siena ed autore di numerose opere, entra in magistratura nel 1889.
    Già consigliere della Corte di cassazione di Roma dal 1915, dal 6 marzo 1930 al 20 aprile 1935 è Procuratore generale della stessa Corte.
    Diviene Presidente del Collegio centrale dei probiviri e del Sindacato dei giornalisti e, il 22 dicembre 1928, è nominato senatore del Regno.
    Fa parte del comitato scientifico istituito per redigere il progetto preliminare del nuovo codice penale (cd. “Rocco”).
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Piola Caselli Edoardo

    Nato a Livorno il 2 marzo 1868, copre la carica di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 20 aprile 1935 al 2 marzo 1938.
    Nel 1933 è nominato senatore e comincia a svolgere importanti incarichi diplomatici; dal 1936 al 1941 è membro della Commissione nazionale per la cooperazione intellettuale nonché della commissione parlamentare per la riforma dei codici, essendo individuato a curare in maniera particolare il Libro Primo, Persone e Famiglia, ed il Libro del Lavoro del Codice Civile. Nel 1932 presiede il Congresso dell’Aja.
    Autore di importanti opere, tra cui quelle sul Diritto d’autore, monografie ed articoli scientifici.

    Albertini Antonio

    Nato a Mineo (Catania) il 18 settembre del 1872, svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione del Regno dal 21 febbraio 1938 al 18 settembre 1938.
    Diviene deputato alla Camera nel 1929 e nel 1939 è nominato senatore. Nel periodo compreso tra il 1932 ed il 1935 copre il ruolo di Sottosegretario di Stato al Ministero di grazia e giustizia; è membro delle Commissioni di finanze (1940-1943), per il giudizio dell'Alta Corte di Giustizia (1942-1943) e degli affari interni e della giustizia (1943).
    Decade dalla carica politica nel 1945 a seguito di ordinanza di decadenza dell’Alta corte di giustizia per le sanzioni contro il fascismo; nel 1947 interviene sentenza di cassazione della decadenza emessa dalle Sezioni Unite Civili della Corte di cassazione.

    Saltelli Carlo

    Nato a Roma il 24 maggio 1881, entra in magistratura nel 1905. Partecipa alla prima guerra mondiale ed è decorato della medaglia di bronzo al valor militare, Croce di cavaliere della Corona d’Italia e Croce al merito di guerra.
    Nel 1928 è nominato consigliere della Corte di cassazione; svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 19 settembre 1942 al 30 giugno 1944 agosto 1942.
    Tra il 1925 e il 1932 è capo di Segreteria e poi di Gabinetto del Ministro guardasigilli.
    Segretario della Commissione ministeriale che esamina il progetto al Codice penale e membro della Commissione di coordinamenti della legge di sicurezza con i nuovo codici penali, è membro effettivo del Consiglio superiore della magistratura per il biennio 1925-1936.
    È autore di numerose monografie.

    Pilotti Massimo

    Nato a Roma l’1 agosto 1879, svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 6 agosto 1944 al 24 aprile 1948; successivamente è nominato Presidente del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche.
    Diviene membro della delegazione italiana alla Conferenza della pace (1919-1920), Segretario generale aggiunto della Società delle Nazioni (1932-1937) nonché Presidente dell'Istituto internazionale per l'unificazione del diritto privato dal 1944.
    Dal gennaio 1949 è membro della Corte permanente di arbitrato dell'Aia e nel 1952 è nominato Presidente della Corte di giustizia della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA).
    È autore di numerose monografie.

    Miraulo Gaetano

    Nato a Mistretta (Messina) il 12 febbraio 1881, diventa magistrato nel 1905 ed inizia la sua carriera presso la Regia Procura di Roma.
    Nel 1925 è chiamato al Gabinetto del Ministero della giustizia e partecipa allo studio delle questioni inerenti il progetto del nuovo Codice di Commercio.
    È membro del Consiglio superiore della magistratura per il biennio 1937-1938 e Presidente dell'Associazione nazionale magistrati dal 1947.
    Già Presidente di sezione della Corte di cassazione nel 1936, dal 10 maggio del 1948 al 12 febbraio del 1951 è Procuratore generale della Corte.
    Nel 1951 è collocato a riposo, per raggiungimento del limite di età, con il titolo onorifico di Primo presidente della Corte di cassazione.
    È autore di numerose monografie.

    Azara Antonio

    Nato a Tempio Pausania (Sassari) il 18 gennaio 1883, inizia la sua carriera in magistratura nel 1907. Nel 1929 è nominato Segretario generale della Commissione reale per la riforma dei codici.
    Nel 1948 diviene senatore e mantiene la carica elettiva per tre legislature successive.
    Consigliere di cassazione, direttore dell’Ufficio del Massimario e del ruolo, Presidente di Sezione presso la stessa Corte, svolge le funzioni di Procuratore generale dal 15 febbraio 1951 all'11 novembre 1952, quando è nominato Primo presidente della Corte.
    Collocato a riposo il 17 gennaio 1953, diventa Ministro di grazia e giustizia per il periodo dal 17 agosto 1953 al 18 gennaio 1954.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Eula Ernesto

    Nato a Barge (Cuneo) il 6 giugno 1889, inizia la sua carriera da giudice nel 1912 presso la Regia Procura di Casale Monferrato. Con decisione del 1944 la Commissione di epurazione di primo grado per i dipendenti del Ministero di Grazia e Giustizia lo dispensa dal servizio, contestandogli collaborazioni all'ufficio legislativo del Partito nazionale fascista tra il 1941 e il 1943 nonché alcuni saggi. Nell'aprile del 1945 la Commissione centrale per l'epurazione, accogliendo il ricorso presentato da Eula revoca il decreto del 1944 e lo reintegra nelle sue funzioni.
    Nel 1942 diviene Avvocato generale presso la Procura generale della Corte di cassazione e dal 15 gennaio 1953 al 16 ottobre 1954 è Procuratore generale della stessa; dal 16 ottobre del 1954 è Primo presidente della Corte di cassazione fino alla data di collocamento a riposo per raggiungimento del limite di età nel 1959.
    Nel 1958 è nominato Presidente del Comitato internazionale per l'unità e l'universalità della cultura e dal 1959 diventa membro del Consiglio del contenzioso diplomatico del Ministero degli Affari esteri.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Manca Antonio

    Nato a Macomer (Nuoro) il 17 novembre 1886, diventa magistrato nel 1909 ed inizia la sua carriera alla Regia Procura di Cagliari.
    È componente supplente del Consiglio superiore della magistratura a partire dal 1941 e dal 1944 assume le funzioni di direttore generale capo dell'Ufficio superiore del personale al Ministero di grazia e giustizia.
    Dal 16 ottobre 1954 all'1 luglio 1956 è Procuratore generale della Corte di cassazione.
    Il 18 luglio 1956 è nominato giudice della Corte costituzionale, carica che ricoperta sino al 17 novembre 1956, data del collocamento a riposo per raggiungimento del limite d'età.
    È autore di numerose monografie.

    Pafundi Donato

    Nato a Pietragalla (Potenza) il 5 novembre 1888.
    È Procuratore generale della Corte di cassazione dal 24 novembre 1956 al 6 novembre 1958 e vice-segretario del Consiglio superiore della magistratura per il biennio 1933-1934.
    Nel 1963 è eletto senatore per la IV Legislatura e dallo stesso anno fino al 1968 è Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della “mafia”.
    È autore di numerose monografie.

    Giglio Ugo

    Nato il 10 luglio del 1889, entra in magistratura nel 1917.
    Svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 20 novembre 1958 all’11 luglio 1959.
    Il 4 novembre 1960 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Cigolini Francesco

    Nel 1927 è giudice con funzione di Pretore nel mandamento di Montevarchi e nel 1928 è tramutato con Regio decreto nella Pretura unificata di Livorno.
    Svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 14 ottobre del 1959 al 7 marzo 1961.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Comucci Mario

    Entra in magistratura nel 1925.
    Svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dall’8 marzo 1961 al 13 agosto 1962.

    Poggi Enrico Ettore

    Nato a Pistoia il 18 agosto del 1897, inizia la sua carriera nella magistratura a Sanremo.
    Percorre tutti i gradi della magistratura e dal 27 agosto 1962 al 18 agosto 1967 è Procuratore generale della Corte di cassazione.
    È autore di monografie in materia di diritto.

    Reale Nicola

    Nato a Napoli il 5 febbraio 1901, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 19 agosto del 1967 al 6 luglio del 1968, data in cui diviene giudice costituzionale; cessa dalla carica di giudice costituzionale il 2 agosto 1979.
    È parte della Commissione ministeriale per la riforma del Codice di procedura penale ed autore di numerosi monografie.
    Il 12 agosto del 1968 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Duni Mario

    È Procuratore generale della Corte di cassazione dal 23 luglio 1968 al 26 aprile 1969.
    Il 15 aprile del 1969 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.
    È autore di monografie, trattati ed articoli scientifici in materia di diritto civile e penale.

    Scarpello Gaetano

    Nato a Misilmeri (Palermo) il 31 agosto del 1903, svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 16 maggio del 1969 all’8 novembre del 1970; dal 28 ottobre 1970 al 1 settembre del 1972 è Primo presidente della stessa Corte.
    È Segretario della Commissione redigente del Codice di procedura civile del 1940 e del Codice civile del 1942 e successivamente Capo dell’Ufficio legislativo del Ministero della giustizia.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Guarnera Ugo

    Già Procuratore generale della Corte di appello di Roma dal 1967 al 1970, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 9 novembre 1970 al 7 marzo 1973.
    Il 30 settembre 1973 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.
    È autore di numerosi articoli scientifici.

    Stella Richter Mario

    Nato a Roma l’11 dicembre 1906, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 16 marzo 1973 al 6 febbraio 1974. Dal 7 febbraio 1974 al 12 dicembre 1976 copre le funzioni di Primo presidente della Corte; successivamente per un breve periodo è Presidente del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche.
    Autore di numerose opere, specie in materia di diritto civile, e di articoli scientifici.

    Rossano Michele

    Nato a Napoli l’11 giugno del 1907, svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 7 febbraio del 1974 al 29 settembre dello stesso anno.
    È giudice della Corte costituzionale dal 3 ottobre 1974 al 3 ottobre del 1983.
    È autore di monografie ed articoli scientifici.
    L’8 novembre del 1974 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Colli Giovanni

    Già Procuratore generale di Torino, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 5 dicembre 1974 al 26 luglio 1976.
    È autore di monografie ed articoli scientifici.

    Boccia Ubaldo

    Nato a Lenola il 1 dicembre 1907, ha iniziato la sua carriera da magistrato nel 1931.
    È Procuratore generale della Corte di cassazione dal 28 luglio 1976 al 1 dicembre 1977.

    Straniero Ignazio

    A seguito di un periodo di aspettativa per l’adempimento degli obblighi di leva, nel 1933 è Pretore a Bari.
    Dal 15 dicembre 1977 al 12 agosto 1979 è Procuratore generale della Corte di cassazione.
    Il 25 luglio 1979 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Ferrati Angelo

    Entra in magistratura nel 1933 ed inizia la sua carriera a Torino.
    È Procuratore generale della Corte di cassazione dal 23 agosto 1979 al 2 luglio 1981.
    È autore di opere di diritto ed articoli scientifici.
    Il 25 giugno 1981 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Borghese Sofo

    Nato a Tirano nel 1913, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 7 agosto 1981 al 6 gennaio del 1983 e Capo segreteria della Direzione generale degli istituti di prevenzione e di pena.
    Autore di numerose opere di diritto e di articoli scientifici.

    Tamburrino Giuseppe

    Nato a Formia (Latina) il 18 settembre 1916, è libero docente di diritto ed autore di numerose monografie ed articoli scientifici in materia di diritto civile e, in particolare, di diritto di famiglia.
    È Procuratore generale della Corte di cassazione dal 7 gennaio 1983 al 12 luglio 1985 e Primo presidente della Corte dal 13 luglio dello stesso anno al 19 novembre 1986.
    Negli anni ’90 partecipa alla redazione del nuovo codice della strada.

    Pratis Carlo Maria

    Nato a Mondovì (Cuneo) il 28 febbraio 1917 ed autore di numerosi monografie ed articoli scientifici in materia di diritto civile e commerciale, è Procuratore generale della Corte di cassazione dal 13 luglio 1985 al 28 febbraio 1987.
    Il 25 febbraio 1987 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Sgroi Vittorio

    Nato a Noto (Siracusa) il 28 ottobre 1926, è libero docente di diritto industriale e commerciale ed autore di numerose opere ed articoli scientifici.
    Dal 19 marzo 1987 al 23 marzo 1995 è Procuratore generale della Corte di cassazione e dal 24 marzo 1995 al 29 ottobre 1998, data del collocamento a riposo, copre la carica di Primo presidente della Corte.
    È membro di varie Commissioni ministeriali inerenti studi legislativi, della Commissione Tributaria Centrale, del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche e della Commissione ricorsi in materia di brevetti.

    Zucconi Galli Fonseca Ferdinando

    Nato a Camerino (Macerata) il 23 giugno 1927, è nominato primo presidente aggiunto della Corte di cassazione nel 1987. Dal 26 maggio 1985 al 3 novembre del 1998 è Procuratore generale della Corte e a seguire, fino al 24 giugno 1999, Primo presidente della stessa.
    È autore di numerose monografie ed articoli pubblicati su riviste specialistiche.
    Nel 1968 è nominato Consigliere giuridico del Presidente della Repubblica somala.

    La Torre Antonio

    Nato nel 1928, inizia la sua carriera nel 1950 come giudice a Messina.
    È nominato consigliere della Corte di cassazione nel 1972 e dal 1995 al 1998 è Presidente aggiunto della Corte di cassazione; dal 21 dicembre del 1998 al 1 marzo del 2000 copre la carica di Procuratore generale della Corte.
    È autore di monografie ed articoli scientifici.
    Il 10 marzo del 2000 è insignito dal Presidente della Repubblica del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica.

    Favara Francesco

    Nato a Napoli il 29 aprile 1931, entra in magistratura nel 1954 ed inizia la sua carriera da pretore a Caserta.
    Già consigliere della Corte di cassazione dal 1985, svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte di cassazione dal 7 aprile del 2000 al 30 aprile del 2006.
    È autore di numerose monografie in materia di diritto civile e penale e di articoli scientifici.

    Delli Priscoli Mario

    Nato a Belluno nel 1934, inizia la sua carriera nel 1958 come pretore a L’Aquila.
    Percorre tutti gradi della magistratura ed è nominato Direttore dell’Ufficio del Massimario e Presidente della Commissione per l’informatica della Corte di cassazione.
    Già sostituto Procuratore della Corte di cassazione, nel 2004 è nominato Procuratore generale aggiunto; svolge le funzioni di Procuratore generale dal 26 aprile 2006 al 20 novembre 2008.
    È autore di opere di diritto ed articoli scientifici.

    Esposito Vitaliano

    Nato a Napoli il 13 aprile 1937, diventa magistrato nel 1963 ed inizia la sua carriera da vice-pretore a Napoli.
    Già Avvocato generale presso la Procura generale della Corte di cassazione dal 2002, è Procuratore generale della Corte dal 21 novembre 2008 al 13 aprile 2012.
    Da sempre impegnato nel settore della cooperazione giudiziaria internazionale, dal 2009 al 2011 è Presidente della Rete dei Procuratori generali dell'Unione europea ed attualmente componente per l'Italia della Commission européenne contre le racisme et l'intolérance (ECRI), organo del Consiglio d'Europa.
    È autore di numerose monografie ed articoli scientifici.

    Ciani Gianfranco

    Nato a Roma il 12 febbraio 1940, è entrato in magistratura nel 1965, assegnato alla Pretura di Foligno e successivamente a quella di Roma.
    E' sostituto Procuratore generale della Corte di cassazione dal 1985.
    Già Avvocato generale dal 2008, copre l'incarico di Procuratore generale aggiunto dal 2011 e dal 16 aprile 2012 al 12 febbraio 2015 svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte.
    Ha partecipato a numerose commissioni ministeriali per la riforma del Codice di procedura penale ed è autore di molteplici opere di diritto e articoli scientifici.

    Ciccolo Pasquale

    Nato a Messina nel 1945 ed entrato in magistratura nel 1971, inizia la sua carriera presso il Tribunale di Ferrara.
    Nel 1995 è nominato Segretario generale del Consiglio superiore della magistratura; nel 1999 assume le funzioni di Segretario generale della Corte costituzionale. Già Avvocato generale della Procura generale della Corte di cassazione dal 2010, copre l’incarico di Procuratore generale aggiunto e dal 13 febbraio 2015 al 31 dicembre 2017 svolge le funzioni di Procuratore generale della Corte.
    È autore di numerosi articoli scientifici.

    Fuzio Riccardo

    Nato ad Andria il 12 novembre 1950, è entrato in magistratura nel 1977, assegnato alla Pretura di Salò con funzioni giudiziarie.
    Dal 1990 al 1994 è magistrato componente dell’Ufficio Studi del Consiglio superiore della magistratura; dal 1994 al 1997 è pubblico ministero presso la Procura della repubblica di Roma e dal 1998 al 2001 Direttore generale dell’organizzazione giudiziaria del Ministero della giustizia.
    È sostituto Procuratore generale della Corte di cassazione dal 2010 e componente del Consiglio superiore della magistratura dal 2010 al 2014.
    Docente universitario di diritto ambientale e di ordinamento giudiziario, è autore di numerose opere ed articoli scientifici.
    Avvocato generale della Corte di cassazione negli anni 2016 e 2017, dal 4 gennaio 2018 svolge le funzioni di Procuratore generale.