Giurisprudenza costituzionale

Reset
Giurisprudenza costituzionale e di legittimita
Data
Ordina
N. sentenza e anno
Ordina
Autorità
Ordina
Titolo
Ordina
23/06/2015 170/2015 Corte costituzionale
Sentenza n. 170 del 2015 Maggiori dettagli

La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 13, comma 1, secondo periodo, del decreto legislativo 23 febbraio 2006, n. 109, recante "Disciplina degli illeciti disciplinari dei magistrati", limitatamente alle parole da «quando ricorre» a «nonché», determinando in tal modo l’espunzione della obbligatorietà della sanzione accessoria del trasferimento di ufficio nell’ ipotesi di condanna per l’illecito disciplinare dell’art.2 lett. a) del d.lgs. n. 109 del 2006

scarica pdf170-2015 (71 Kb)

15/04/2015 109/2015 Corte costituzionale
Sentenza n. 109 del 2015 Maggiori dettagli

La Corte costituzionale, richiamando le proprie precedenti sentenze n. 93 del 2010, n. 135 del 2014 e n. 97 del 2015, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale degli artt. 666, comma 3, 667, comma 4, e 676 cod. proc. pen., per contrasto gli artt. 111, primo comma, e 117 della Costituzione, non superabile in via di interpretazione, in riferimento al principio di pubblicità dei procedimenti giudiziari, sancito dall'art. 6, paragrafo 1, della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), così come interpretato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, nella parte in cui non consentono che, su istanza degli interessati, il procedimento di opposizione contro l'ordinanza in materia di applicazione della confisca si svolga, davanti al giudice dell'esecuzione, nelle forme dell'udienza pubblica.

scarica pdf109-2015 (80 Kb)